Carta del Docente

Per spendere il bonus da 500€ il docente bisogna stampare e generare un buono spesa. È semplice, ecco le istruzioni da seguire:

  • per prima cosa bisogna selezionare l’ambito di interesse;
  • a questo punto la piattaforma Carta del Docente vi mostrerà l’elenco completo degli esercenti accreditati che hanno messo a disposizione i loro servizi;
  • selezionate l’esercente presso il quale avete deciso di spendere il bonus;
  • la Carta del Docente genererà un codice a barre, mostrando la disponibilità residua;
  • il buono può essere speso o stampandolo e presentandolo presso il nostro negozio in Aradeo in via Salvo D’Acquisto 12 , oppure mostrandolo tramite smartphone. Infatti, il buono sarà corredato sia di un codice alfanumerico di 8 cifre, che di barcode e QR Code;
  • l’acquisto sarà completato quando l’esercente validerà il buono inserendo il codice identificativo nella piattaforma;
  • dopo che avrete effettuato l’acquisto il borsellino elettronico si aggiornerà con la somma residua disponibile.

Fino a quando il buono non verrà validato sarà possibile annullarlo. In tal caso la somma non verrà scalata dal bollettino elettronico. Attenzione però perché c’è un’eccezione: infatti, i biglietti per l’ingresso ai musei non si possono disdire.

Cos’è La Carta del Docente?

È un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2015, art.1 comma 121 volta
a consentire ai docenti, attraverso un’apposita applicazione web, di usufruire dei benefici previsti dalla carta elettronica per
l’aggiornamento e la formazione del docente di cui all’art.1, comma 121 della Legge 107/2015
(Buona Scuola)

Carta del Docente, come e quando spendere i 500 euro per l’aggiornamento

Dallo scorso anno gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno a disposizione 500 euro da spendere per l’aggiornamento professionale. Un bonus che nella sua prima erogazione è stato assegnato eccezionalmente con accredito sullo stipendio. Quest’anno cambia il sistema di erogazione, come annunciato nel Piano di formazione degli insegnanti e attraverso la nota del 29 agosto relativa alla rendicontazione delle spese dello scorso anno.

L’importo resta lo stesso: 500 euro che saranno assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del Docente” sarà disponibile all’indirizzo Cartadeldocente.istruzione.it  Attraverso l’applicazione sarà possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.

Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, per:

  • l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;
  • l’acquisto di hardware e software;
  • l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione. Per l’utilizzo della “Carta del Docente” sarà necessario ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid) e successivamente ci si potrà registrare sull’applicazione. L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare sin da ora. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un’unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà ai docenti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controllo i pagamenti. E alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta.

Leggi il testo della Legge 107/2015 – “Buona Scuola”
Leggi il testo del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23 settembre 2015
Leggi la nota di NoiPA sulle modalità di pagamento dei 500 euro
Leggi la Nota esplicativa 12228 del 29 agosto 2016 sulle modalità di rendicontazione

Come spendere Il buono?

Le indicazioni su cosa comprare sono sul sito della carta del docente, sul nostro sito troverai: computer fissi, notebook e tablet a prezzi molto competitivi. Telefona o scrivi al 328/3713174 per avere maggiori informazioni.

Note:  ufficio Ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca,  viale Trastevere, 76/A Roma (Rm)  Cap  00153  codice univoco  ufficio QGGT71

Pubblicato da Enzo Greco il 29/12/2016

Ultimo aggiornamento        17/10/2018